Press Release

Una nuova ricerca di Cambridge Mobile Telematics collega l'impegno nei programmi telematici alla riduzione degli incidenti

Lo studio approfondito mostra che il coinvolgimento nel programma migliora la sicurezza di guida per tutti
January 8, 2024

Cambridge, MA, 8 gennaio 2024 — Cambridge Mobile Telematics (CMT), il più grande fornitore di servizi telematici al mondo, ha pubblicato oggi un nuovo studio intitolato “L’importanza dell’engagement nei programmi di guida sicura“. Lo studio offre uno sguardo completo sul ruolo cruciale svolto dal coinvolgimento degli utenti nei programmi telematici nella riduzione del rischio stradale. È emerso che i conducenti più rischiosi con il maggiore coinvolgimento riducevano la probabilità di una richiesta di risarcimento per lesioni personali del 5,5%.

Lo studio segue le prestazioni di guida di 100.000 conducenti iscritti a programmi assicurativi negli Stati Uniti nel corso di tre mesi. I ricercatori di CMT hanno diviso i conducenti in gruppi di rischio in base al punteggio di guida, in cui emerge che il 20% rientra nella popolazione dei guidatori più rischiosi. Hanno poi analizzato la frequenza con cui i conducenti consultano la loro app telematica durante i primi tre mesi del programma, scoprendo che il 12% dei conducenti era molto coinvolto, utilizzando l’app più di 20 volte in un periodo di quattro settimane. A differenza della ricerca precedente, lo studio valuta molteplici comportamenti di guida rischiosi, tra cui frenate brusche, guida distratta e eccesso di velocità.

Tra i conducenti più rischiosi, i ricercatori CMT hanno scoperto che quelli più coinvolti hanno migliorato notevolmente le proprie prestazioni di guida. Dal primo al terzo mese, i conducenti più rischiosi e con il maggiore coinvolgimento hanno migliorato la guida distratta del 20%, le frenate brusche del 9% e l’eccesso di velocità del 27%. Analizzando i dati telematici rispetto a 1.500 sinistri assicurativi, i ricercatori di CMT hanno calcolato inoltre che il miglioramento delle prestazioni di guida tra i conducenti più a rischio comporterebbe una riduzione delle richieste di risarcimento danni fisici del 5,5%.

“Questa ricerca mostra quanto sia cruciale l’attenzione alla customer journey nei programmi assicurativi basati sull’utilizzo di soluzioni telematiche. Programmi ben progettati focalizzati sulla generazione di coinvolgimento non solo aiuteranno gli assicuratori a segmentare meglio il rischio, ma lo ridurranno effettivamente”, ha affermato Lisa Pinals, Principal Data Scientist di CMT e ricercatrice principale dello studio. “Ancora più importante, questa ricerca fornisce agli assicuratori e alle società di mobilità una tabella di marcia per prevenire incidenti stradali e morti”.

Mentre lo studio si concentra sui miglioramenti dei conducenti più a rischio a causa del loro impatto sulla sicurezza stradale complessiva, i dati mostrano che i conducenti di tutti i livelli di rischio migliorano con un maggiore coinvolgimento nel programma.

Al di là dei risultati stessi, il nuovo studio mostra il tipo di ricerca sulla sicurezza stradale che è possibile grazie all’adozione della telematica. Storicamente, gli studi sulla sicurezza stradale si sono basati su una combinazione di dati osservativi, comportamenti auto-riferiti e rapporti sugli incidenti. I dati di CMT consentono ai ricercatori di studiare i comportamenti di guida su larga scala, in modo continuo e quasi in tempo reale, fornendo una visione senza precedenti del rischio di guida e delle metodologie che lo riducono.

Lo studio è disponibile qui.

Informazioni su Cambridge Mobile Telematics

Cambridge Mobile Telematics (CMT) è il più grande fornitore di servizi telematici al mondo. La sua missione è rendere le strade e gli automobilisti di tutto il mondo più sicuri. La piattaforma basata sull’intelligenza artificiale dell’azienda, DriveWell®, raccoglie i dati dei sensori da milioni di dispositivi IoT, inclusi smartphone, tag proprietari, veicoli connessi, dashcam e dispositivi di terze parti, e li fonde con dati contestuali per creare una visione unificata del veicolo e comportamento del conducente. Le Compagnie di Assicurazioni Auto, le Case Automobilistiche e le principali aziende nei settori del ride sharing, smart city, servizi finanziari e sicurezza familiare utilizzano le informazioni della piattaforma CMT per potenziare i propri programmi di valutazione del rischio, sicurezza, gestione sinistri e miglioramento dei conducenti. Con sede a Cambridge, Massachusetts, e uffici a Budapest, Chennai, Seattle, Tokyo e Zagabria, CMT misura e protegge decine di milioni di conducenti ogni giorno.